In principio era la gioia

di MATTHEW FOX

 Fazi

“La visione cattolica ufficiale si caratterizza per interpretare il senso del cristianesimo come riparazione di qualcosa che si è rotto, come restaurazione di uno stato originario che è andato perduto, come liberazione da un carcere nel quale si è stati rinchiusi. Per essa il motore che mette in moto il processo è il peccato; il quale precisamente per questo va detto ‘originale’, perché origina, mette in moto, accende tutto il processo. Senza il peccato originale il cristianesimo, così come lo conosciamo, non si sarebbe originato. […]
Di contro Matthew Fox scrive: “E’ stato sant’Agostino ad usare l’espressione ‘peccato originale’ per la prima volta (nel IV secolo). Gesù, essendo un ebreo, non ne aveva mai sentito parlare. Ma una religione fondata su una teoria che il suo “fondatore” non ha mai nemmeno immaginato è una stranezza.
In questa prospettiva una buona parte del libro si presenta come un’efficace e brillante, e a tratti anche briosa, pars destruens per decostruire la disastrosa teologia antropocentrica e pessimistica di caduta e detenzione che fa iniziare tutto dal peccato originale”. […]
Si tratta finalmente di capire che l’autentica via di ingresso al cristianesimo non è il male, ma il bene; non è la maledizione, ma la benedizione. La via cosmocentrica, illustrata con entusiasmo da Fox in questo suo capolavoro, costituisce l’unica possibilità perché il cristianesimo torni realmente a incidere nella vita concreta dell’umanità” (dall’Introduzione di Vito Mancuso).

Ecco un libro che mette in discussione tutta la struttura teologica tradizionale, proponendo una rinnovata spiritualità cosmocentrica, attingendo alle felici intuizioni dei più grandi mistici dell’era cristiana.
Per questo consiglio di iniziare la lettura del libro partendo dalle numerosi citazioni che introducono i 26 temi trattati dall’autore.
Un libro che , lungi dal concepire la natura come corrotta, vede Dio in tutto il creato.
Una prospettiva che abbatte le rigide separazioni anima-corpo, sacro-profano, maschio-femmina, Dio-mondo.
Una Via Positiva che è innamoramento e benedizione originaria.
Una spiritualità ecologica, socialmente impegnata, che promuove il dialogo interreligioso e con la scienza.

Alcune tesi dell’autore sono discutibili (e per questo, dopo la pubblicazione di questo libro, il domenicano Matthew Fox è stato espulso dal suo Ordine religioso), ma aprono un orizzonte sconfinato al nostro cammino di crescita spirituale.

[fra Ermanno]

| VAT | Mappa del sito | Privacy Policy | Made by Mindgear